Tag

Quando andai a dormire il 10 febbraio dell’anno scorso non potevo sapere che al mio risveglio avrei trovato un sms di Stefano che mi avvertiva della morte di Whitney Houston. Era per molti una nera con tanta voce che cantava canzoni abbastanza banali, per lo più. E’ passato un anno e ancora mi manca, come potrebbe mancarmi una persona che conoscevo. Come potrebbe mancarmi un’amica. Credo mi mancherà per sempre a causa di quel senso di vuoto che resta quando non ce la fa qualcuno che sembrava nato apposta per vincere e invece, ti rendi conto, era solo l’ennesima vittima. Di sé stesso o di qualsiasi altro colpevole poco importa: il finale resta comunque quello sbagliato.

Annunci