Tag

, , , , , , , , ,

Io lo so che voi vorreste nuovi racconti delle mie dis-avventure romantiche o sessuali, o nuovi surreali reportage di certe situazioni in cui solitamente finisco ogni due per tre… E invece. E invece non succede più niente. Calma piatta. Niente pazzi. Niente psicolabili. Forse ci avrò fatto gli anticorpi. Non saprei. L’emozione più viva della settimana è stata la puntata di ieri de L’isola dei famosi. Per dire. La stavo guardando distrattamente. Savino è bravo e Vladimir la migliore inviata di tutte le edizioni (la sua natura ibrida di ex concorrente ed ex politicante non poteva che renderla tale), ma la liturgia la medesima di sempre. L’isola ormai é calcificata come Sanremo, lo slancio innovativo del format si era già esaurito da un po’ e nemmeno Simona Ventura era più in grado di dare quella sferzata di rinnovamento necessaria alla sopravvivenza dell’Isola. Insomma, la serata procedeva sonnecchiando. Giusto qualche risata per Valeria Marini definita dal mago Otelma “astuto tricheco” e qualche sorriso di compassione per la lite tra Apicella e Den Harrow, che ha vinto due Grammy e venduto venti milioni di dischi e non ci sta nel farsi perculare dal menestrello di Berlusconi. Poi l’ammutinamento!, Malgioglio vuole lasciare il gioco: Apicella gli aveva dato del frocio e la produzione nella persona della produzione è rea di non averlo difeso, dice. Den Harrow cavalcando l’onda della stizza si aggrega e vuole ritirarsi anche lui. Rossano Rubicondi si era già ritirato poco prima, stizzito ché la Marini non gliel’ha data, I presume. Flavia Vento del canto suo aveva precedentemente deciso di ritirarsi e solo all’ultimo, grazie a un miglioramento della sua situazione di naufraga, ha cambiato idea. In tutto ciò Malgioglio urlava che con Simona Ventura questo non sarebbe successo. E nemmeno con Giletti e la Venier, ché loro lo proteggevano. Savino in tutto ciò era basito a dir poco e io in quel momento di pure delirio da ammutinamento mediatico, mentre lui cercava invano di far ragionare i naufraghi, gli ho voluto un po’ bene. E gli avrei voluto dire: ma cacciali a casa! Ché non se ne può più: ha ragione la pinella, alias Alessia Marcuzzi, basta lamentela da parte dei concorrenti dei reality, chi vuole restare resti se no stocazzo. Capisco che fare entrare e uscire gente dalla casa del GF sia più semplice rispetto a far sbarcare dei poverini dall’altra parte del mondo, ma questo essere accomodanti alla fine non è altro che lo specchio di una metodologia politica, ormai storicizzata, tutta italiana. Margaret Hilda Thatcher quelli che scioperavano di fame li lasciava morire: altro che cocco e razioni extra di riso.

20120203-134827.jpg

Annunci