Pensieri spari che vagano in autostrada, una sera limpida e tersa come non ne vedevo da tempo: il cielo sembra di cartone, un blu di Prussia elegante e immobile su cui sbuca una mezzaluna d’oro, che sembra finta; un ritaglio in una quinta teatrale. Certi pensieri tornano a caso, inaspettati, senza una logica; non so nemmeno da che posto, ché a volte pensi di aver buttato la chiave di certe vecchie scatole nascoste chissà dove ti cadono in testa e quelle vecchie cartoline ti si riversano di nuovo in faccia. A volte credo di preferir star a dormire perchè svegliarmi vorrebbe dire dovermi guardare allo specchio e dirmi quanto sono cretino. 

A volte sono così patetico che mi faccio tenerezza da solo.

 

 

Annunci