Sai T. oggi sono uscito a bere un caffè con un ragazzo.
Dalle foto non l’avevo capito… Ma ti assomiglia davvero molto.
Lo guardavo e mi ricordava proprio te: le linee del viso, la tinta degli occhi… Le mani!, perfino. Era un po’ antipatico a tratti, proprio come sai fare tu a volte, con chi vuoi sfidare.
Gli chiedo di dov’è, e lui mi dice il nome della tua città. Fash back. Deja vù. Tutto sembra quadrare per un attimo; trattengo un sospiro profondo in fondo al cuore.
E’ tutta sera che penso a te. 
Apro facebook e proprio ora fai rispuntare un disegno che ti feci il secolo scorso.
E’ evidente: qualcuno si sta burlando di me.
 

 

Sembra fatta di argilla
Questa malinconia
Che si asciuga in fondo al cuore
E che non vuole andare via…

(Argilla – O. Vanoni)

Annunci