Comunque non è possibile. Io capisco che Maria deFilippi sia una professionista seria, che voglia dare spazio ai ragazzi, che voglia che tutto sia chiaro, che le discussioni sulle discipline sono formative (sempre secondo lei eh), che il pubblico a casa deve capire la rava e la fava… Ma santa miseria!, non può finirmi una diretta all’una di notte. Uno a forza di sfide, carte e Vessicchio arriva alla fine che è sbattuto tanto quanto il tamburello di Esmeralda. Non ricordo maratone così estenuanti dai tempi in cui uno San Remo era curioso di vederlo fino alla fine e non solo nei primi dieci minuti. Ieri poi Maria si è dimesticata in prove di avvocatura che la rendono degna di dar corsi di ripetizione a tutto l’albo degli avvocati [facendo ritrattare a Enrico, cantautore elettrico, l’insulto (?) fatto a Garofalo, gli si dava del frocio in buona sostanza: "Non pensavi quello che hai detto vero!? VERO!? Ecco bene andiamo avanti" interviene fulminea ella]; la laurea in legge già ce l’ha in effetti, ora le manca solo quella in surrealismo, che io le conferirei ad Honorem. 

Le cose che vorrei dire su Stefano De Martino (figlio segreto di Cetty Saponero probabilmente)… Non si possono dire. Chi deve sapere già sa.

 

Annunci