Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin-top:0cm;
mso-para-margin-right:0cm;
mso-para-margin-bottom:10.0pt;
mso-para-margin-left:0cm;
line-height:115%;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;}

L’ho rivisto dopo diversi mesi. Il Fornaio. E mi ha fatto uno strano effetto. Ma non conta, lui mi fa sempre uno strano effetto. Come quando ad un aperitivo lo incrociai al buffet e per non farmi vedere iniziai a riempire il piatto di pasta fredda dandogli le spalle aspettando che lui se ne andasse. Il mio piccolo piattino di plastica tracimava di pasta bisunta.

 

 

 

 

Questa sera che fai?, vieni alla riapertura del Prima Donna? Gli chiedo qualche giorno fa.

No, sono a casa che bevo vino bianco, non esco stasera…

Gli chiedo se gli va che io passi a trovarlo prima di andare al locale e lui pare accettare di buon grado. Lo raggiungo a casa sua senza quasi nemmeno sistemarmi per non far tardi, con uno dei miei soliti viaggi ai limiti del fantascientifico: come solo questa città ti può offrire. Parcheggio in rimozione forzata, scendo dall’auto e mi passa davanti un’automobile della polizia. Molto bene. Faccio finta di niente. Passa e va.

Se quando scendo non trovo più l’auto mi dovrai tener qui a dormire! Lo rimbrotterò poi.

Sono in ritardo, cammino veloce per strada scorrendo i numeri civici quando sento una voce dall’alto che mi chiama, è lui da una finestra al terzo piano– Dove vai? Sono qui! Cavoli, nella fretta avevo passato il portone senza vederlo. Salgo. E dopo mesi, eccolo di nuovo li, di fronte a me, che mi apre la porta e mi stringe a se come mai aveva fatto. Di li a poco mi chiederà –Posso rasarti i capelli?

Annunci