-Prima ho realizzato che questa è la tua ultima notte in città e poi sarai lontano, molto lontano. Per molto tempo. Ci rivedremo mai?
Sai, forse tu non ricordi, ma il primo messaggio che mi mandasti fu con le foto di te con l’uccello di fuori, e io pensai "evvai, c’è trippa per gatti!". Poi le cose sono andate diversamene, e ne sono più che lieto.
Una delle cose più importanti che ho imparato nell’ultimo anno è l’importanza della condivisione, credo fortemente sia  una delle cose più buone che possiamo fare nelle nostre esistenze: condividere. E’ per questo che volevo ringraziarti. Ringraziarti di aver voluto condividere con me anche solo alcuni momenti della tua strana esistenza. Te l’ho già detto, credo che la tua sia una storia bellissima, anche se molto tribolata, perchè alla fine ti ha portato ad essere quello che sei, come sei; e noi altro non siamo che quello che abbiamo visto e che abbiamo fatto.  Lo dice sempre anche Loredana Bertè! E la persona che sei ora è riuscita a commuovermi molto, perchè mi ha lasciato vedere dentro di se un’umanita calda e profonda.
Ti stringo forte, e ti auguro un cuore sempre sereno.

Addio

P.


Penso che è stupendo
Restare al buio abbracciati e muti
Come pugili dopo un incontro
Come gli ultimi sopravvissuti.
Forse un giorno scopriremo
Che non ci siamo mai perduti…
E che tutta questa tristezza in realtà
Non è mai esistita.
Questi sono e resteranno per sempre…

Annunci