Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin-top:0cm;
mso-para-margin-right:0cm;
mso-para-margin-bottom:10.0pt;
mso-para-margin-left:0cm;
line-height:115%;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;}

Pero: Senti, io stamattina ho (ri)chiamato l’assistenza per la bolletta dell’elettricità sbagliata che ci hanno inviatp, ma quello che mi ha risposto non capiva il concetto principale, ovvero che hanno mandato a noi la bolletta del concerto di San Siro di Madonna.

C: Ora li (ri)chiamo io per l’ennesima volta, che c’ho voglia di litigare, resta in linea.

 

*

 

C: Allora: mi ha risposto uno con la voce di Paperino, e già abbiamo iniziato male. Comunque ovviamente non ha capito.

Pero: Ok basta, mi sono rotto!, ora ci giochiamo l’asso nella manica: faccio chiamare la PeroMamma.

C: Oh cazzo… Non vorrei essere nell’operatore che risponderà.

 

Annunci