Qualche giorno fa ho fatto un piccolo sondaggio fra i miei amichetti. Secondo voi, un’indiana che si scatafascia sugli scalini del tram, una mattina molto presto che piove, è un presagio buono o nefasto!? E, il vecchio che urla al manetta, reo di avergli chiuso addosso le porte mentre stava salendo sulla vettura, "ma che razza di idiota seiii?!"… Che tipo di auspicio sarà?! Si potrebbe fare un mazzo di tarocchi, arcani maggiorni e arcani minori, tutto dedicato alla fauna tranviaria: "l’Indiana che Frana"!, "il Vecchio Iroso"!, "il Manetta"!, "gli Scalini Scivolosi"!, e via dicendo. L’altra mattina invece, in stazione, mentre ero in coda per fare il biglietto del treno ho assistino a una bizzarra scenetta: un magrebino (anche esso in coda) s’è messo a sbraitare contro il bigliettaro allo sportello perchè stava a braccia conserte mentre la coda non accennava a diminuire, da ciò scatta la lite a distanza tra i due; una signora coi capelli rossi cotonati tira fuori la Wanna Marchi che c’è in lei (e un po’ in tutti noi) e approfitta per lamentarsi che ci sono poche casse aperte e spalleggia il magrebino; dal fondo arriva però il grido inconfondibile di un milanes che si scagli in difesa del bigliettaro lavoratore "che chi noter laurom!". Aahh… Victoria, ti prego, arriva presto, ti aspetto per il tè!

 

Annunci